Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 16 marzo 2007, Kobe ne fa 65 e risveglia i Lakers

nbaitalianews kobe 2007La stagione 2006/07 non è di quelle indimenticabili per i Lakers. L’ultimo titolo vinto nel 2002 è un ricordo lontano ma c’è chi non si arrende ed è pronto a riportare Los Angeles al centro della mappa dell’NBA. Ovviamente è Kobe Bryant che inizia a fare le prove generali per l’MVP che vincerà la stagione successiva e per i due titoli del 2009 e del 2010. Il 16 marzo 2007 inizia suonare la carica e ne mette 65 contro Portland in un successo 116-111 all’overtime.

Marzo 2007 segna davvero un punto di svolta. Nella prima metà del mese, Kobe ne ha già messi 40 contro Minnesota, ma dalla sfida con i Trail Blazers diventa un’autentica furia. Accecato da 6 ko di fila, il Black Mamba diventa più velenoso che mai. Contro Portland vive momenti di autentica trance agonistica. Dopo un primo quarto da appena 16 punti di squadra, il numero 24 ne segna 19 nel secondo, 24 nel quarto (compresa la bomba del pari a 17 secondi dalla fine) e 9 nel supplementare.

I 65 finali rappresentano la sua seconda miglior prestazione di sempre, dopo gli 81 contro Toronto nel gennaio 2006. Ma dallo Staples Center parte un altro filotto da record. Kobe infila altri 50 punti a Minnesota, poi 60 a Memphis e ancora 50 a New Orleans. Quattro gare di fila sopra i 50, che non diventano cinque perché contro Golden State i punti sono “solo” 43. Neppure Michael Jordan era andato oltre le tre. Solo Wilt Chamberlain era riuscito a fare altrettanto. Prima che il mese di marzo finisca, ne arrivano 53 pure contro Houston.

Una striscia impressionante che permetterà a Bryant di chiudere nuovamente la stagione sopra i 30 di media (31.6 per la precisione), appena sotto i 35 di quella precedente. Il secondo titolo consecutivo di miglior realizzatore è garantito. I Lakers salveranno quanto meno la baracca. Il 42-40 di fine regular season garantirà un posto nei playoff, ma partendo da un proibitivo duello con i Suns, perso 4-1. Ma il solo sta per tornare a splendere su Los Angeles!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche