Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 11 marzo 1981, Moses Malone lancia la rimonta dei Rockets

nbaitalianews moses malone houstonCi sono partite a cui, lì per lì, non dai importanza. Ma che, rilette nel tempo, assumono una grande rilevanza. La sfida giocata l’11 marzo 1981 a Houston rientra in questa categoria. I Rockets battono nettamente gli Warriors e danno il via a una rimonta fermatasi solo a un passo dalla storia. Nel 109-92 finale, il protagonista è Moses Malone che chiude con 51 punti e 19 rimbalzi.

Ma per capire meglio l’impresa, occorre fare un passo indietro. I Rockets arrivano da 5 sconfitte di fila e i playoff sono più che mai un miraggio. Un traguardo invece ancora alla portata di Golden State che si presenta in Texas con il bilancio in attivo, anche se solo di una vittoria. La sfida invece è quasi a senso unico, soprattutto nella ripresa dopo che la prima frazione si è chiusa in parità.

Il successo sulla diretta concorrente dà una carica doppia ai texani che iniziano a scrivere la storia. Le ultime gare di regular season sono una marcia spedita e il bilancio di 40 vinte e 42 perse, seppur negativo, garantisce il sesto e ultimo posto utile a Ovest. Proprio davanti agli Warriors che restano fuori dalla post season.

Ma il vero capolavoro dei Rockets partirà da quel momento. Il primo turno di playoff sembrerebbe già segnato visto il confronto con i campioni in carica dei Los Angeles Lakers. Eppure Malone e compagni avranno la meglio (2-1) sulla squadra di Magic Johnson. Un’altra scossa per Houston che in semifinale batterà 4-3 gli Spurs e di seguito anche l’altra sorpresa, i Kansas City Kings, nella finale della Western (sempre 4-3).

Da una stagione con bilancio negativo alle Finals, impresa riuscita prima solo ai Minneapolis Lakers nel 1959. Ma a Houston mancherà l’ultima spinta. Troppo forti i Celtics del nuovo fenomeno Larry Bird: Boston vincerà in 6 partite. Moses Malone si prenderà la soddisfazione di imporsi nella classifica dei punti e dei rimbalzi nei playoff, dopo che già aveva primeggiato nei rimbalzi anche in regular season. E nelle due stagioni successive arriveranno anche due titoli di MVP, come già gli era successo nel 1979.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche