Get Adobe Flash player

Tutti i numeri e le curiosità dell’All-Star Game 2017

all-star-game-2017L’NBA All-Star 2017 riunirà a New Orleans alcuni dei più talentuosi giocatori nella storia della lega per una celebrazione globale della pallacanestro.

I fan in tutto il mondo potranno vivere l’esperienza All-Star grazie a NBA LEAGUE PASS e all’App NBA. Potranno inoltre votare per gli MVP dell’NBA All-Star Celebrity Game 2017 (via SMS e Tencent), del BBVA Compass Rising Stars Challenge (via NBA.com, SMS, Twitter e Tencent) e del 66° NBA All-Star Game (via Twitter e Tencent).

Per la prima volta, inoltre, gli appassionati a livello internazionale (ad eccezione di Canada, Cina e Stati Uniti) potranno sperimentare la State Farm All-Star Saturday Night e il 66° NBA All-Star Game in realtà virtuale. NBA e Next VR, Official LEAGUE PASS VR partner della NBA, offriranno infatti entrambi gli eventi in diretta su NBA LEAGUE PASS International per i fan in possesso degli headset Google Daydream View or Samsung Gear VR e di uno smartphone compatibile. Gli eventi saranno disponibili sia per agli abbonati a NBA LEAGUE PASS, sia per chi deciderà di acquistare il singolo evento. Al termine degli stessi, gli highlights on-demand in realtà virtuale saranno disponibili gratuitamente. Per maggiori informazioni, visitare http://nextvr.com/nba/international.

Di seguito alcune curiosità sull’All-Star 2017 di New Orleans:

Copertura media dell’evento
· 215 / 49 – L’evento raggiungerà gli appassionati in 215 nazioni e territori, in 49 lingue, grazie ai partner internazionali televisivi e digitali della Lega.
· 345 / 43 – Saranno 345 i giornalisti, provenienti da 43 nazioni e territori, presenti a New Orleans per coprire l’NBA All-Star 2017.
· 12 – 12 televisioni e radio internazionali, provenienti da Asia, Europa, Sudamerica e Medio Oriente, proporranno il commento in diretta onsite.
· 13 – 13 televisioni di nazioni quali Cina, Germania, Hong Kong, Giappone, Messico, Portogallo, Russia, Singapore, Africa subsahariana, Taiwan, Uruguay e Vietnam trasmetteranno l’NBA All-Star in remoto per la prima volta.

NBA All-Star a New Orleans
· 3 – New Orleans ospiterà l’NBA All-Star per la terza volta: 2008, 2014 e 2017.
· 2 – I due MVP dei precedenti All-Star Game di New Orleans sono stati entrambi votati come titolari quest’anno: si tratta di LeBron James (MVP 2008) e di Kyrie Irving (MVP 2014) dei Cleveland Cavaliers.
· 232 – L’NBA All-Star 2017 vedrà la partecipazione agli eventi di 232 giocatori NBA, tra quelli attuali e quelli del passato
· 250 – Oltre 250 tra i migliori performer, produttori e registi degli spettacoli di intrattenimento di tutte le 30 squadre NBA saranno coinvolti nei festeggiamenti dell’All-Star

NBA Cares
· 10 – Quest’anno è in programma il 10° NBA Cares All-Star Day of Service, realizzato per la prima volta a New Orleans nel 2008 a seguito della devastazione dell’uragano Katrina.

Basketball without Borders
· 67 – Sessantasette ragazzi e ragazze, provenienti da 32 nazioni e territori di Africa, America, Asia ed Europa, parteciperanno al terzo Basketball without Borders Global Camp annuale, dove avranno come insegnanti giocatori e allenatori NBA e FIBA.

BBVA Compass Rising Stars Challenge
· 5 – Tutti i cinque membri dell’NBA All-Rookie First Team 2015-16 sono stati selezionati per il match: si tratta di Devin Booker (U.S. Team), Nikola Jokic (World Team), Jahlil Okafor (U.S. Team), Kristaps Porzingis (World Team) e il Kia NBA Rookie of the Year 2015-16 Karl-Anthony Towns (U.S. Team).

State Farm® All-Star Saturday Night
· 10 – Dieci All-Star parteciperanno agli eventi della Saturday Night: DeMarcus Cousins (Taco Bell® Skills Challenge), Anthony Davis (Skills), Gordon Hayward (Skills), Kyrie Irving (JBL Three-Point Contest), DeAndre Jordan (Verizon Slam Dunk), Kyle Lowry (Three-Point), Isaiah Thomas (Skills), Klay Thompson (Three-Point), Kemba Walker (Three-Point) e John Wall (Skills).
· 50 – Aaron Gordon ha totalizzato il massimo di punti (50) in tre schiacciate consecutive durante il Verizon Slam Dunk 2016, dove si è classificato al secondo posto. L’ala degli Orlando Magic sarà in gara anche quest’anno.

NBA All-Star Game
· 291 – LeBron James è il miglior realizzatore nella storia dell’All-Star Game con 291 punti
· 1 – Russell Westbrook è diventato il primo giocatore a vincere il Kia NBA All-Star MVP Award per due anni consecutivi, nel 2015 e nel 2016
· 4 – I Golden State Warriors hanno eguagliato un record NBA, con quattro All-Star selezionati: Stephen Curry, Kevin Durant, Draymond Green e Klay Thompson
· 3 – Marc Gasol (Memphis Grizzlies) è il primo giocatore nella storia della franchigia a venire selezionato per tre NBA All-Star Game (2012, 2015 e 2017).
· 25.6 – Kevin Durant detiene la media realizzativa più alta nella storia dell’All-Star Game, con 25.6 punti a partita.
· 29.8 – Isaiah Thomas sta facendo registrare 29.8 punti a partita in questa stagione (secondo nella NBA) ed è vicinissimo al record per una singola stagione ai Boston Celtics, realizzato nel 1987-88 da Larry Bird con 29.9 ppg.
· 41 – Gli All-Star 2017 Russell Westbrook e Paul George hanno entrambi segnato 41 punti all’All-Star Game, rispettivamente nel 2015 e nel 2016, arrivando a un passo dal record di 42 punti stabilito da Wilt Chamberlain nel 1962.

NBA Development League All-Star
· 15 – L’ NBA D-League All-Star Game presented by Kumho Tire vedrà la presenza di 15 giocatori con già all’attivo un’esperienza NBA.
· 2 – Jerry Stackhouse, due volte NBA All-Star e head coach dei Raptors 905, guiderà l’Eastern Conference all’NBA D-League All-Star Game.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche