Get Adobe Flash player

Magic torna ai Lakers: «Li faremo tornare al top della NBA»

Magic JohnsonNella vita non si può mai sapere come vadano a finire le storie, e così sette mesi dopo la perdita del titolo onorario di vice presidente dei Lakers Magic Johnson ritorna trionfalmente a LA passando per la porta principale. Earvin è stato infatti chiamato a rivestire il ruolo inedito di consigliere di Jeanie Buss, attuale presidente della franchigia e figlia di Jerry colui che lo scoprì nel lontano 1979, ma non si può escludere nel corso dei prossimi mesi un ruolo via via più attivo.

Una scelta dettata dallo scopo, abbastanza evidente, di cercare nel minor tempo possibile un rilancio per una franchigia che nonostante le tante promesse ancora stenta a ritrovare il suo posto nel gotha del basket che conta. E del resto il legame col cestista 57enne è ben noto a tutti, qui trascorse tutta la sua carriera in NBA e vinse cinque titoli, rimanendo sempre in ottimi contatti una volta abbandonato l’agonismo.

«Tutti conoscono il mio amore per i Lakers – ha commentato – e nonostante nel corso del tempo abbia ricevuto sempre altre proposte allettanti, LA è sempre stata la mia prima ed unica scelta. Farò tutto quello che posso per far tornare la franchigia nel posto che le compete, cioè sul tetto della lega».

Ma in cosa consisterà veramente il suo lavoro? Secondo quanto si apprende dal comunicato ufficiale della società parliamo di una “consulenza per quanto riguarda le questioni d’affari, e quindi il mercato, e del basket, il che vuol dire che collaborerà con gli allenatori, valuterà e spronerà i giocatori, stimerà e aiuterà a capire la società come muoversi per tornare al successo”.

Una bella scommessa, è vero, ma che sa ancora troppo di operazione nostalgia. Perché sperare che MJ abbia la bacchetta magica e faccia riassaggiare loro il prima possibile il sapore di una finale di Conference è un bel po’ ottimistico se non addirittura pretestuoso. Johnson si dovrà spendere per rifare una squadra quasi dalle fondamenta ed in questo non è detto che non finisca con lo scontrarsi contro Jim Buss, il fratello di Jeanie che si occupa del lato sportivo e verso il quale non ha mai lesinato critiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche