Get Adobe Flash player

Magic annuncia: «Ho bisogno di Kobe per far rinascere i Lakers»

Magic JohnsonNon sono passate nemmeno due settimane dal ritorno in pompa magna di Magic Johnson a Los Angeles che l’orologio sembra tornare indietro di almeno vent’anni. Sembra infatti che la sua prima decisione ufficiale, una volta insediato, sia quella di chiamare nientemeno che Kobe Bryant per farsi dare una mano nell’ambizioso progetto di far tornare i Lakers ai fasti di un tempo.

«La prima chiamata che farei non appena in carica? È di sicuro per Black Mamba – ha confidato martedì ad ESPN – perché è uno che capisce di basket, di vittorie e degli stessi giocatori. Lo chiamerei per chiedergli direttamente “che ruolo preferisci? Se vuoi ancora aspettare dimmi un giorno ed io ti chiamerò allora”. Ed anche se dovessi veramente attendere lo farei a prescindere da quanto tempo ci voglia. Perché lo voglio qui come parte del progetto».

Earvin è stato chiamato ad inizio febbraio a ricoprire il ruolo di consigliere di Jeanie Buss con l’obiettivo abbastanza chiaro di rilanciare una franchigia che da troppo tempo a questa parte naviga in acque torbide col secondo peggior risultato di tutta la Conference (19 – 37).

È evidente che quindi per far rinnamorare tutto il loro popolo deve partire da quella che abbiamo già avuto modo di definire come un’operazione nostalgia. Ma sarebbe anche opportuno, ed infinitamente più pratico, studiare un’ottima strategia da mettere in atto prima della deadline per gli scambi del prossimo 23 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche