Get Adobe Flash player

C.J. McCollum condanna i Mavs sulla sirena, bene i Rockets, 17 per Belinelli e gli Hornets tornano a vincere

cj_mccollum_633_633_90Vittoria fondamentale quella dei Portland Trail Blazers, che restano attaccati ai Nuggets ottavi a Ovest, sui Dallas Mavericks. 114 a 113 il punteggio maturato all’ultimo secondo grazie al primo tiro vincente in carriera per C.J. McCollum, che era 0 su 1 nei canestri “go-ahead” negli ultimi 5 secondi di partita. McCollum è anche il miglior marcatore con 32 punti, aiutato da Damian Lillard che conclude con 29 e 5 su 9 da tre punti.

Il tiro in corsa della guardia dei Blazers vanifica una tripla vintage di Dirk Nowitzki, che aveva portato i Mavs sopra di 1. «Ho sperato che fosse un tiro decisivo», ha detto il tedesco, «ma 3 secondi in NBA sono un’infinità e C.J. ha fatto veramente una gran giocata».

I Mavs quindi non riescono ad avvicinarsi all’ottava posizione ad Ovest e devono capitalizzare i prossimi 3 incontri in casa se vogliono provare l’assalto ai playoff nel finale di stagione.

Non hanno problemi di classifica gli Houston Rockets, che nonostante una leggera flessione nell’ultimo mese si avvicinano ai San Antonio Spurs, secondi a Ovest. Vittoria piuttosto facile in casa contro gli Orlando Magic e 28esima gara stagionale con almeno 15 triple, record che pareggia quello degli Warriors della stagione 2015/16.

James Harden è il migliore con 25 punti e 13 assist, ma tutta la squadra di coach D’Antoni contribuisce prima a creare un bel vantaggio e poi a difenderlo dal ritorno dei Magic.

Interrompono la preoccupante striscia di sconfitte consecutive gli Charlotte Hornets, che dopo 7 KO conquistano la vittoria contro i Brooklyn Nets. 17 punti per Kemba Walker e il nostro Marco Belinelli, ma a fine partita il più euforico è il francese Nicolas Batum: «Avevamo bisogno di una vittoria così. Siamo tornati! Dobbiamo a tutti i costi difendere il nostro campo e ripartire da qui».

Dai numeri emerge la necessità degli Hornets di mettere a posto il tiro da tre. Sono noni in NBA per tentativi a partita (27,6), ma 20esimi per percentuale (35,4%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche