Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 22 febbraio 1974, Bob McAdoo ne segna 52 contro i Celtics

nbaitalianews mcadoo buffaloIl 1974 è l’anno della consacrazione per Bob McAdoo. Dopo la prima ottima stagione in NBA, in cui vince subito il titolo di Rookie dell’anno, ripaga i suoi Buffalo Braves (i futuri Clippers) trascinandoli ai playoff. Un’impresa non da poco per una franchigia nata pochi mesi prima.

E lo fa con grandi prestazioni dal punto di vista numerico. Tanto che si imporrà nella classifica dei marcatori. A contribuire a questo importante traguardo, c’è sicuramente la sfida del 22 febbraio. A Buffalo, arrivano i Boston Celtics leader della Eastern Division e più che mai decisi a cancellare la beffa patita l’anno prima. Battuti dai Knicks a un passo dalle Finals, dopo aver dominato la stagione regolare.

Sono i Celtics dell’MVP Bob Cowens, che anche in casa dei Braves fanno la voce grossa. Vincono 116-109, in rimonta, soprattutto grazie a un ultimo quarto da 40 punti e un parziale di +9. Cowens ne mette 30, John Havlicek fa anche meglio con 31, Jo Jo White chiude con 18.

Ai padroni di casa non basta un super McAdoo che a referto può vantare 52 punti. Neppure i 13 di Ernie Digregorio, destinato a fine anno a vincere la classifica degli assist e a subentrare al compagno nell’albo d’oro dei Rookie. Segno che la neonata Buffalo se ne intende di draft!

La sfida del 22 febbraio non sarà l’ultima tra le due rivali. Come detto, i Braves faranno l’impresa di arrivare alla post season, grazie al quarto posto a Est. Che garantirà però subito il nuovo scontro con i Celtics, perso 4-2 ma dopo aver venduta carissima la pelle.

La futura stella dell’Olimpia Milano saprà fare ancora meglio un anno dopo, quando vincerà in un colpo solo la classifica dei punti realizzati, quella dei rimbalzi e soprattutto il titolo di MVP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche