Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 16 febbraio 2014, il giorno di Marco Belinelli all’All-Star Game

nbaitalianews belinelli trofeoDa tre anni a questa parte, il 16 febbraio è una giornata storica per tutto lo sport di casa nostra. Un giocatore italiano si prende le luci della ribalta durante l’All-Star Game dell’NBA, uno degli eventi mondiali più seguiti. Naturalmente si parla di Marco Belinelli che vince il Three-Point Shootout 2014, la famosa sfida nel tiro da tre punti.

Teatro dell’evento è New Orleans, una città che il Beli conosce bene, avendo militato due stagioni negli Hornets quando erano di stanza in Louisiana. Sentendo aria di casa, il ragazzo emiliano si gasa e ottiene una vittoria da ricordare. Battendo in finale Bradley Beal, ma mettendo in fila tutti gli specialisti del tiro dalla lunga distanza, quali Stephen Curry, Kevin Love, Damian Lillard e Kyrie Irving.

Il fuoriclasse dei Cleveland Cavaliers trova subito il modo di rifarsi trascinando l’Ovest a una vittoria da primato. Quello del 2014 entra negli annali come l’All-Star Game con il record di punti, totali e di una singola squadra. Finisce 163-155 per l’Est di LeBron James (22 punti), Carmelo Anthony (30), Paul George (18) e Dwyane Wade (10). Ma, come detto, è la serata di Irving che chiude con 31 punti e 14 assist meritando il premio di MVP.

Grandi prestazioni personali anche per la squadra dell’Ovest. Kevin Durant e Blake Griffin ne mettono 38, raggiungendo la terza prestazione migliore di sempre, alle spalle di due mostri sacri quali Wilt Chamberlain e Michael Jordan. Non basta a evitare la sconfitta, ma a contribuire a una serata di spettacolo puro. Una serata che in Italia verrà ricordata a lungo. Non solo a San Giovanni in Persiceto, paese natio di Marco Belinelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche