Get Adobe Flash player

I Magic in pressing per Dragic, i Nuggets in cerca di squadra per Nurkic, Mo Williams non ha pace

goran-dragicGli Orlando Magic vogliono invertire la rotta da subito, per provare a guadagnarsi un posto ai playoff. Gli acquisti estivi di Serge Ibaka e Bismack Biyombo hanno rinforzato il reparto lunghi, ma manca una guida, un play “navigato” che possa mettere ordine all’attacco di coach Frank Vogel, che al momento ha il titolare D.J. Augustin e la riserva Elfrid Payton.

Proprio per questo motivo sono fermamente convinti a prendere Goran Dragic dai Miami Heat, in una trade nella quale offrono come contropartita Nikola Vucevic e una prima scelta al Draft. Sicuramente un’operazione per avere un beneficio da subito, senza aspettare la prossima stagione.

Gli Heat però al momento non sono interessati alla proposta, che probabilmente verrà riformulata. Gli Heat non hanno nulla da chiedere a questa stagione e potrebbero fare cassa con qualche pezzo pregiato per iniziare a costruire la prossima. Il problema per i Magic è che la concorrenza per arrivare a Dragic è ricca di squadre.

I Denver Nuggets continuano la disperata ricerca di una squadra per Jusuf Nurkic, vista l’esplosione di Nikola Jokic e la scarsa intesa tra i due. È l’unico giocatore del roster che ha un minimo di mercato, soprattutto per i suoi 22 anni, e la sua partenza potrebbe portare qualcuno in grado di aiutare i Nuggets a difendere l’ottava posizione a Ovest.

Intanto i Nuggets hanno ripreso Mo Williams, che in questa stagione non ha giocato un singolo minuto ma ha cambiato ben 5 volte squadra: Cleveland, Atlanta, Denver, Philadelphia e di nuovo Denver. Il perché è facile da intuire: un risparmio. Le franchigie che lo hanno tesserato hanno risparmiato dei soldi sfruttando le clausole del salary cap.

In pratica le squadre hanno un salary cap, ma anche un minimo di ingaggi che devono per forza pagare, che corrisponde al 90% del salary cap. Se non raggiungono il minimo, pagano la differenza, divisa fra tutti i giocatori del roster. Prendere e scartare un giocatore (Williams ha un contratto di 2,2 milioni) andrebbe a aumentare il monte ingaggi, riducendo così la spesa da suddividere per i giocatori a fine anno. I Nuggets e i Sixers stanno provando questa manovra, anche se i Sixers per farlo di nuovo dovrebbero tagliare un giocatore del roster. Il mercato NBA è una materia a parte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche