Get Adobe Flash player

Curry in vista del rinnovo: «I soldi non sono una priorità»

stephen-curry-2016Sembra incredibile, eppure conti alla mano Stephen Curry è solo il quarto nella graduatoria degli stipendi degli Warriors dietro a Klay Thompson, Draymond Green e Kevin Durant. La motivazione è molto più semplice di quello che si possa pensare visto che quando rinnovò, era il 2012, non era certo il giocatore di oggi e quindi fu facile farlo accontentare di un quadriennale dal valore complessivo di 44 milioni di dollari.

Una situazione però destinata quasi sicuramente a cambiare con la sua free agency della prossima estate dove potrebbe raggiungere, secondo indiscrezioni, cifre record come 210 milioni (se restasse agli Warriors) o 140 (se cambiasse squadra) a seconda dell’estensione scelta. Ma tranquilli, i soldi almeno per il momento non sono un problema visto che lo stesso diretto interessato oltre ad aver confessato di «non riuscire a vedersi altrove» ha aggiunto nelle ultime ore una risposta a stretto giro confidando di non darci nemmeno troppo peso:

«Mio padre mi ha sempre insegnato una cosa, e cioè di non fare i conti in tasca agli altri. Bisogna badare solo a ciò che ti riguarda, se mi lamentassi di quanto guadagno ora vorrebbe dire che ho dei problemi seri»

Chiacchiere a parte è ovvio che a Oakland faranno di tutto per tenerlo con sé, ma se i presupposti dovessero essere veramente questi allora i tifosi potrebbero veramente dormire sogni d’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche