Get Adobe Flash player

Career-high di Marc Gasol, Westbrook supera Bird, i 76ers non si fermano più

marc gasol grizzliesÈ arrivato in NBA come fantastico difensore, si è confermato il migliore nel 2013 vincendo il NBA Defensive Player of the Year, ma da quest’anno Marc Gasol ci sta abituando a considerarlo anche tra i migliori “attaccanti”. Nettamente la sua migliore annata per media punti (20,6), già superata la quota punti dello scorso anno a metà stagione e stanotte record personale di 42 punti nella vittoria dei suoi Grizzlies contro i Raptors.

Per fortuna sua e dei Grizzlies la tripla di Kyle Lowry allo scadere non è entrata. Scontata la candidatura dello spagnolo al Most Improved Player e Grizzlies che nonostante gli infortuni sono in piena corsa per i playoff ad Ovest.

Alla sua miglior stagione Russell Westbrook, che nella vittoria degli Oklahoma City Thunder sui New Orleans Pelicans registra la 60esima tripla doppia in carriera (27 punti, 12 rimbalzi e 10 assist), superando nella classifica all-time uno come Larry Bird.

«Sicuramente è una leggenda per un motivo», ha commentato Westbrook, «per me è un onore. Un grande traguardo per me è giocare ogni sera lo sport che amo e essere in grado di fare cose del genere».

Viaggiano ad un ritmo da prime della classe di Philadelphia 76ers, che battono in casa anche i Milwaukee Bucks nonostante l’assenza del leader Joel Embiid. Nelle ultime 10 partite solo Spurs, Warriors e Wizards hanno uno score di 8-2 come i Sixers, che possono avere qualche speranza addirittura per una qualificazione ai playoff, anche se hanno 6 vittorie in meno dei Bulls ottavi e tre squadre a dividerli (una delle quali è proprio quella di Milwaukee).

Venerdì faranno visita ai Sixers i Rockets di James Harden. Ormai quello di Philadelphia è diventato un campo in cui vincere risulta difficile e pensare che un paio di mesi fa ci si aspettava l’ennesima inutile stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche