Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 7 gennaio 1984, Purvis Short esalta gli Warriors

nbaitalianews-purvis-short-warriorsTra gli oltre 10 anni trascorsi in NBA, quello che è entrato nella storia personale di Purvis Short è sicuramente il 1984. Ribattezzato “Raimbowman” per la parabola dei suoi tiri (simili appunto a un arcobaleno), l’ala dei Golden State Warriors lascia più volte il segno in questi 12 mesi.

La miglior prestazione di sempre arriverà a novembre contro i New Jersey Nets, con 59 punti suo massimo di carriera. Ma l’antipasto viene servito con parecchi mesi di anticipo. Il 7 gennaio, quando a Oakland arrivano gli Spurs.

Gli Warriors fanno loro una partita dal punteggio altissimo (154-133), decisa soprattutto nell’ultimo quarto, chiuso con un decisivo parziale di +18. Short è l’autentico mattatore della partita. Chiude con 57 punti, 15 rimbalzi e percentuali da applausi (24 su 38 da 2, 2 su 2 da 3 e 7 su 8 ai liberi).

Una gara pirotecnica che non incide però sulla stagione di entrambe le squadre. Che finiranno appaiate al termine della regular season (37 vinte e 45 perse) e fuori dai playoffs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche