Get Adobe Flash player

Accadde Oggi: 30 gennaio 2010, Andre Miller fa piangere Dallas

nbaitalianews miller portlandUna carriera quasi ventennale, nove diverse maglie indossate e un primato da vantare: essere l’unico giocatore in NBA da aver segnato almeno 16mila punti, servito 8mila assist e “rubato” 1.500 palloni, senza aver avuto la possibilità di giocare un All-Star Game. Lui è Andre Miller e il 30 gennaio è la sua giornata!

Sette anni fa, nel 2010, stabilisce il suo primato personale di punti: in una sfida giocata a Dallas, trascina i suoi Portland Trail Blazers a una grande vittoria grazie a una prestazione da 52 punti.

Una grande prova, impreziosita ancora di più dai numeri, con 21 su 31 al tiro, 1 su 1 da 3 punti e 7 su 8 ai liberi. Anche grazie ai 21 punti di LaMarcus Aldridge e all’unico ma decisivo canestro di Juwan Howard (che cattura però 12 rimbalzi) nell’overtime, Portland la vince di 2: 114-112.

Ai Mavs non basta avere sei giocatori in doppia cifra, con Dirk Nowitzki 28, Jason Kidd 10 più 11 assist e Jason Terry 18. I padroni di casa hanno più di una chance di allungare la gara al secondo overtime ma peccano di precisione.

A fine stagione, Dallas arriverà davanti a Portland ma il capolinea giungerà presto per entrambi. Già al primo turno di playoff. I Trail Blazers contro quei Phoenix Suns che arriveranno a giocarsi la Western Division con i futuri campioni dei Los Angeles Lakers. I Mavericks piuttosto clamorosamente contro San Antonio. Una delusione che verrà dimenticata un anno dopo, quando la squadra di Mark Cuban saprà niente meno che conquistare il titolo NBA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche