Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 19 gennaio 1980, lo show di Freeman Williams non basta ai Clippers

nbaitalianews freeman williamsAnni di relativo silenzio e poi ecco esplodere di nuovo il tormentone. A 25 anni dall’uscita nei cinema, si torna a parlare di “Chi non salta bianco è” (o nel titolo originale “White man can’t jump”), il film ambientato nell’ambiente dello street basket a stelle e strisce.

Notizia di questi giorni è che Blake Griffin sarebbe pronto a produrre un sequel del cult movie. Forse non tutti lo sanno, ma a fianco dei protagonisti Wesley Snipes e Woody Harrelson recitò anche un giocatore vero, passato sui campi dell’NBA e capace di lasciare anche segni importanti. Con quella stessa maglia dei Clippers indossata ora da Griffin: si tratta di Freeman Williams.

Proprio lui, guardia nativa di Los Angeles ha legato il suo nome al 19 gennaio. Nel 1980, quindi 37 anni fa, disputa la sua miglior partita in carriera. Storia della sua seconda stagione tra i professionisti, quando i Clippers sono ancora di stanza a San Diego.

Si gioca a Phoenix, nella tana dei Suns. Gara difficile per i Clippers che vanno subito sotto e non riescono più a rimontare. Finisce 137-123 per i padroni di casa, nonostante Williams che chiude con un bottino di 51 punti. Una prestazione notevole, ma da “attore non protagonista”, considerato il ko dei suoi.

Anche a fine stagione non ci saranno le luci della ribalta. Troppo agguerrito il plotone delle rivali a Ovest per tentare l’assalto ai playoff. Con i Clippers stritolati in una Division con i futuri di campioni dei Los Angeles Lakers, i Seattle SuperSonics detentori del titolo e gli stessi Suns.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche