Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 12 gennaio 2007, la miglior prestazione individuale di Ray Allen

nbaitalianews allen seattleIl 12 gennaio è una data da ricordare nella carriera di Ray Allen. Nel 2007, quindi esattamente 10 anni fa, stabilisce la sua miglior prestazione di sempre dal punto di vista statistico e trascina i Seattle SuperSonics a un successo di prestigio su Utah.

La stagione 2006/07 non è proprio indimenticabile per i SuperSonics. I risultati sono deludenti e a fine regular season il bilancio sarà di 31 vinte e 51 perse. Frutto delle prime avvisaglie del trasferimento della franchigia in Oklahoma, stato di provenienza dei nuovi proprietari. Anche alcuni giocatori hanno voglia di cambiare aria. Come Allen, appunto.

Ma prima di lasciare Seattle e accasarsi a Boston, dove al primo tentativo vincerà subito l’anello, la guardia californiana si regala una serata indimenticabile. Alla Key Arena arrivano i Jazz, mai così competitivi dalla fine dell’era targata Stockton-Malone. Eppure devono tornare a casa con una sconfitta.

Finisce 122-114 dopo un tempo supplementare, con gli ospiti che pagano un black-out negli ultimi 2 minuti dell’overtime. Carlos Boozer chiude con 32 punti e 16 rimbalzi, Mehmet Okur ne mette 23 e Deron Williams 15. Ma è la serata di Rey Allen, che finisce il match con 54 punti (8 su 12 da tre 3 e 12 su 12 ai liberi) e 13 rimbalzi, suoi massimi in carriera in un singolo match. Ma altri due suoi compagni mettono una “doppia doppia”: 25 punti e 12 rimbalzi per Nick Collison, 10 punti e 16 assist per Earl Watson.

Come detto, per Seattle è uno dei picchi di stagione e il 14° posto a Ovest starà lì a dimostrarlo. Per Utah sarà invece un crescendo continuo. Vinta la Division e chiuso al 4° posto la Western, i Jazz supereranno Houston e Golden State, prima di cedere a San Antonio nelle finali di Conference. Resta quello l’ultimo grande risultato della squadra, mai più capace di ripetersi nel successivo decennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche