Get Adobe Flash player

8 in fila per i Rockets e altra tripla doppia per Harden, rimonta Warriors sui Kings, ai Cavs basta il Big 3, 8.000 assist in carriera per CP3

james harden cucina40 punti, 11 assist e 10 rimbalzi per James Harden che continua a trascinare gli Houston Rockets. È la decima tripla doppia in stagione e l’ottava vittoria consecutiva quella conquistata contro i Toronto Raptors col punteggio di 129 a 122, ma contrariamente a quanto si possa pensare i Rockets stanno vincendo come squadra: Montrezl Harrell realizza 28 punti in 26 minuti dalla panchina con 12 su 13 al tiro e Eric Gordon ne aggiunge 19.

Non pesano quindi le 10 palle perse (su 15 di squadra) proprio di Harden, che commenta così: «Ho la palla in mano per il 90% del tempo ed è chiaro che possa accadere questo. Devo migliorare e reagire meglio alle difese avversarie, ma nonostante questo ci stiamo divertendo e stiamo tirando bene».

Non servono a molto i 36 punti di DeMar DeRozan; i Raptors, al secondo KO di fila, praticamente smettono di attaccare nell’ultimo quarto, concedendo agli avversari un parziale di 15-0 che spacca definitivamente la partita.

Dopo la sconfitta con polemiche interne si riprendono i Golden State Warriors, battendo i Sacramento Kings 117 a 106. Questa volta sono loro a recuperare nel punteggio, che li vedeva sotto di anche di 14 nel secondo quarto. 5 triple di Stephen Curry con 30 punti e 28 per Kevin Durant, che aggiunge 7 rimbalzi e ben 4 stoppate. DeMarcus Cousins è limitato a soli 17 punti, praticamente raddoppiato ogni volta, con 4 su 11 al tiro.

Vittoria con qualche difficoltà per i Cleveland Cavaliers sui Phoenix Suns. Partita nelle mani dei Cavs, che però permettono ai Suns di recuperare e nell’ultimo quarto serve il miglior LeBron James; per lui 12 punti nella sola ultima frazione e 28 nella serata e canestro numero 10.000 in carriera. Sono 80 i punti del trio James-Irving-Love e quando questi 3 sono in serata è dura per chiunque, figuriamoci per i Suns, in fondo alla classifica a Ovest.

Agevole invece per i Los Angeles Clippers la vittoria sui Miami Heat. Un Chris Paul particolarmente ispirato chiude con 19 punti e 18 assist; sarebbero potuti essere di più se non fosse iniziato il garbage time già ad inizio quarto quarto, ma sono sufficienti per fargli superare quota 8.000 assist in carriera. È il decimo nella storia NBA a riuscire in questa impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche