Get Adobe Flash player

George Karl lancia accuse di doping in NBA nel suo libro

george karl kings firedUn libro destinato a scatenare molte polemiche quello dell’ex coach dei Denver Nuggets George Karl. Nelle pagine di Furious George infatti vengono presi di mira molti giocatori NBA e uno dei temi analizzati è quello del doping, descritto come uno dei principali problemi della lega.

“Parlo delle sostanze dopanti come steroidi, ormoni e cose del genere. È ovvio che certi giocatori ne facciano uso. Com’è possibile invecchiare sempre più magri e in forma? Come si fa a recuperare da infortuni gravi così velocemente? Perché molti giocatori se ne vanno in Germania durante la pausa estiva? Non credo per i crauti… Più probabilmente per il trattamento difficile da rilevare che fanno al sangue in Europa”.

Kobe Bryant è uno di quelli chiamati in causa. Molte volte negli ultimi anni di carriera si è sottoposto a trattamenti per le sue ginocchia, alcuni dei quali proprio in Europa. Una delle ultime volte ha voluto rendere pubblico il trattamento con una foto su Instagram. Dwyane Wade, Dwight Howard e Deron Williams sono alcuni dei giocatori che hanno scelto di curarsi dalle nostre parti.

In case u were wondering.. #germany #fyi

Una foto pubblicata da Kobe Bryant (@kobebryant) in data:

Karl non si è limitato alle accuse di doping, ma ha chiamato in causa alcuni dei suoi ex giocatori come Carmelo Anthony (allenato a Denver), definito come un “enigma” che “sfruttava le persone” affamato di “popolarità”.

Critiche anche per J.R. Smith e Kenyon Martin, che ha risposto pubblicamente su Twitter con parole poco delicate: “Chiunque abbia giocato per quella persona orribile non ha piacere di incontrarlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche