Get Adobe Flash player

Gallinari domina i Blazers, la coppia Antetokounmpo-Parker meglio di Butler-Wade, altra “assists night” degli Warriors

danilo gallinari nuggetsBella vittoria dei Denver Nuggets, che ritrovano la guardia titolare Gary Harris dopo 13 partite di assenza e battono i Portland Trail Blazers, accorciando il divario in classifica che li divide dall’ottavo posto a Ovest. Harris realizza 18 punti e il nostro Danilo Gallinari 27, 20 dei quali nel solo primo tempo. Jameer Nelson è poi fondamentale, con 13 punti nell’ultimo quarto, e i Blazers non riescono a recuperare nel punteggio.

È crisi per i Blazers, che perdono la quinta partita nelle ultime 6. C.J. McCollum segna 23 punti e Damian Lillard ben 40 con 10 assist, ma la squadra di coach Terry Stotts mette in campo una difesa troppo morbida per pensare di vincere.

Giannis Antetokounmpo realizza 30 punti, Jabari Parker 28 e i Milwaukee Bucks vincono in casa contro i Chicago Bulls. Il duo dei Bucks vince il duello con quello più blasonato dei Bulls: Jimmy Butler mette a referto 21 punti e Dwyane Wade 20, ma con un plus/minus di -28. Punteggio di 108 a 97 che poteva essere più “rotondo” in favore dei Bucks, se non fosse per i tanti minuti di garbage time finali.

I Golden State Warriors hanno imparato a vincere col minimo sforzo e lo dimostrano battendo in scioltezza i New York Knicks. Non servono grandi prestazioni dei singoli se in una gara sono ben 41 gli assist totali su 45 canestri realizzati. Gli Warriors sono la prima squadra da 20 anni a totalizzare 3 partite in stagione con almeno 40 assist; gli ultimi a riuscirci sono stati i Chicago Bulls nella stagione 1996/97.

Fa notizia la partita di JaVale McGee partito titolare e secondo per punti realizzati, dietro solo a Klay Thompson, con 17. Coach Kerr ha capito che per far riposare i suoi big non serve tenerli fuori, basta far girare la palla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche