Get Adobe Flash player

Accadde oggi: 17 dicembre 1991, i Cavs sommergono gli Heats di 68 punti

nbaitalianews-price-cavsChiamatela scaramanzia, ma dalle parti di Miami il 17 non è proprio un numero fortunato. Almeno dal 1991 a questa parte. Proprio il 17 dicembre di 25 anni fa, gli Heat subiscono la più pesante sconfitta della loro storia. Anzi, la più pesante sconfitta della storia di tutta la NBA.

Dall’altra parte della medaglia, tocca ai Cleveland Cavaliers prendersi il primato della vittoria più netta di sempre: 68 punti (148-80). Che aggiorna un record che durava dal 1972, quando i Lakers avevano sconfitto di 63 (162-99) i Golden State Warriors.

Il match di 25 anni fa prende la via della storia solo nel secondo tempo. Dopo i primi due quarti chiusi sotto di 20, gli Heat crollano letteralmente dopo l’intervallo. Segnando la miseria di 27 punti, meno dei 33 che i Cavs mettono a referto nel solo terzo quarto.

La squadra di casa domina tutti su tutti i fronti (18 rimbalzi in più, 21 assist in più, 14 palle perse in meno) e porta ben 8 giocatori in doppia cifra (5 dei quali usciti dalla panchina), con Mark Price e John Battle leader con 18.

A fine stagione, Cavs e Heat saranno accomunati da un triste destino. Entrambe le franchigie verranno eliminate nei playoff per mano dei futuri campioni dei Chicago Bulls di Michael Jordan: Miami con netto 3-0 al primo turno, Cleveland per 4-2 nella finale della Eastern Conference.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche