Get Adobe Flash player

Presidenziali USA: Metta World Peace lancia su Twitter il suo personale programma

Gianluca RonaSu una cosa siamo sicuri, negli Stati Uniti tutto è un pochettino diverso rispetto a quello che succede nel nostro Paese. E per rendersene conto basta vedere quante lacrime stiano versando tutti i sostenitori di Hillary Clinton sconfitta, e pure di tanto, nelle elezioni presidenziali appena finite. Una delle campagne elettorali più cruente di sempre per molti e di cui tutti porteranno addosso le cicatrici per un bel po’ di tempo.

Ma tranquilli, se anche tra i lettori c’è qualcuno rimasto abbastanza male dall’esito basta leggere gli ultimi cinguettii di Metta World Peace per riuscire a lasciarsi strappare qualche risata. Il celebre cestista ha infatti iniziato un vero e proprio “tweet storming”, con l’hashtag #ifmettawaspresident, con cui ha indicato quali sarebbero state le sue priorità se solo fosse stato eletto inquilino della Casa Bianca.

Una serie di battute in 140 caratteri esilaranti dove si passa dal “Nominare Ben Wallace come segretario della difesa” al “completare il lavoro in soli tre mesi per farsi pagare però per i quattro anni pieni di mandato”. E ancora: “Proporrei per un sabato sera la Salsa Night alla Casa Bianca”.

Non mancano idee per i licei, “Valuterei anche materie come la Morale ed i valori in generale”, o per l’intrattenimento con il riferimento ad una fortunata serie televisiva come Games of Thrones: “Darei solo due mesi estivi di vacanza e la trasmetterei per tutto il resto dell’anno”.

Peccato per uno scivolone in cui ha chiesto un “un limite alle dimensioni dei sederi rifatti” con ovvio riferimento a quelli femminili. In questo modo potrebbe rischiare di alienarsi il voto delle donne e di essere accusato di sessismo, ma attenzione vista com’è andata a finire con Trump potrebbe anche non essere un male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche