Get Adobe Flash player

Kevin Durant senza pietà. Westbrook: «Li incontreremo di nuovo»

durant-vs-warriorsIl primo atto sul campo della telenovela NBA se lo è aggiudicato Kevin Durant e ha deciso per la prima da ex di sfoderare una prestazione da fuoriclasse: 29 punti nel solo primo tempo, record in carriera di triple (7), 39 punti finali e una stoppata proprio su Russell Westbrook. I Golden State Warriors battono122 a 96 gli Oklahoma City Thunder e infliggono loro la prima sconfitta stagionale.

Già dall’arrivo all’arena Westbrook ha voluto provocare il suo ex amico e compagno, presentandosi con una pettorina da fotografo. A molti è sembrata una frecciata a Durant, che allo scorso Super Bowl si era improvvisato fotoreporter per il Player Tribune. Anche se dopo la partita ha dichiarato di prendere questa (chiamiamola così) ispirazione di stile dai fotografi che ha incontrato nel suo recente viaggio con i Thunder a Madrid.

Russell Westbrook arrived wearing this. Kevin Durant likes photography. Legend.

Una foto pubblicata da Bleacher Report (@bleacherreport) in data:

Prima della palla a due non c’è stata la stretta di mano, con Westbrook che sembrava concentrato e non ha rivolto lo sguardo verso KD. Poi la partita è iniziata e di fatto finita dopo poco più di un quarto, con gli Warriors sopra di 25 punti già all’intervallo. Per Russell 20 punti, con 4 su 15 dal campo e due stoppate, ovviamente una su KD.

Strictly business for Russ and KD 🚫✋🏽

Un video pubblicato da Bleacher Report (@bleacherreport) in data:

Anche la panchina dei Thunder non ha mostrato molta sportività, con Enes Kanter che ha provato a provocare Durant in una pausa per un libero. La risposta di Durant dopo la partita è di classe: «Non mi interessa molto, ma sono sicuro che metterà qualcosa su Twitter stasera».

Alla fine però la vittoria è andata agli Warriors e forse si è capito che è meglio non motivare il nuovo arrivato, perché sicuramente non è un giocatore che si fa intimorire, anzi…

All’uscita degli spogliatoi Westbrook riesce a controllare le emozioni: «Solo una sconfitta, una semplice partita persa e pensiamo già alla prossima. Vedremo come andrà la stagione, di sicuro li incontreremo ancora».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche