Get Adobe Flash player

Jeff Teague trascina i Pacers, i Kings ringraziano l’instant replay, i Nuggets si aggiudicano lo scontro diretto coi Jazz

jeff-teague-pacersSembra si sia definitivamente ambientato ad Indiana Jeff Teague, il colpo del mercato estivo dei Pacers. Proprio quando coach Nate McMillan aveva più bisogno di lui si è dimostrato il giocatore che aveva condotto per anni gli Atlanta Hawks e con Paul George fuori per infortunio si è caricato sulle spalle la squadra conducendola al successo all’overtime sugli Oklahoma City Thunder.

Teague ha segnato 8 dei 30 punti nel supplementare, contenendo per tutta la partita Russell Westbrook in difesa: 31 punti, ma 13 su 34 dal campo per il numero 0 dei Thunder. Quinta tripla doppia in stagione, ma tanta amarezza a fine gara per Westbrook: «Non eravamo pronti, a cominciare da me stesso. Non credo di aver stimolato i miei compagni come avrei dovuto, dovevo fare meglio».

La brutta notizia per i Pacers è che stanotte affronteranno i Golden State Warriors e sia George sia C.J. Miles non riusciranno a recuperare.

Sconfitta pesante per i Toronto Raptors, che perdono terreno dalle prime posizioni e sono su tutte le furie visto il finale di partita con i Sacramento Kings. A far arrabbiare coach Dwane Casey è la valutazione dell’instant replay, che ha di fatto consegnato la gara ai Kings: dalla rimessa dei Raptors, sotto di 3 a 2,7 secondi dalla fine, la palla è stata deviata da DeMarcus Cousins, per poi arrivare nelle mani di Terrence Ross, che ha messo la bomba del pareggio. Gli ufficiali però hanno visto il replay e annullato il canestro, valutando oltre il termine il tiro, anche se il cronometro del campo non era scaduto.

«Anche rivedendo l’azione e nonostante la deviazione, sembra che Ross abbia avuto il tempo di tirare», afferma Casey. Più polemico Kyle Lowry: «Mi risparmio un po’ di soldi e evito di commentare questa azione».

I Denver Nuggets si aggiudicano il derby della Northwest Division con gli Utah Jazz, grazie soprattutto al quarto quarto pazzesco di Jamal Murray. 16 punti dei 18 totali realizzati nell’ultima frazione, nella quale da solo ha impedito la rimonta dei Jazz, che allungano a 4 la striscia di sconfitte consecutive.

Il nostro Danilo Gallinari sfiora la doppia doppia con 13 punti, 8 assist e 5 rimbalzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche