Get Adobe Flash player

I Clippers mandano gli Spurs al tappeto, Dwight Howard dà una lezione ai Rockets

blake-griffin-clippers-blackForse ci siamo: da tanto, troppo tempo ai Los Angeles Clippers si chiede il famoso “salto di qualità”. Sono anni infatti che, nel momento in cui dovrebbero dimostrare di essere una squadra che può ambire all’anello, si fanno battere o eliminare facilmente dai playoff. Siamo ancora ad inizio stagione, ma la bella vittoria in trasferta sui San Antonio Spurs, può essere un primo segnale di crescita.

Non a caso è stato nuovamente decisivo Blake Griffin, grande assente della scorsa stagione, che contro gli Spurs ha sfoderato la miglior prestazione di stagione con 28 punti, 5 rimbalzi e 13 su 19 dal campo.

«Una vittoria bellissima», ha commentato coach Rivers, «è sempre bello vincere qui, ma queste partite non dovrebbero giocarsi. È impensabile vedere una partita tra due squadre così, che non riescono a correre già nel terzo quarto. Dovrebbero giocarsi almeno dopo un giorno di sosta».

Visibilmente sulle gambe gli Spurs, che non perdevano 2 partite di fila in casa dal dicembre 2014, l’anno scorso avevano chiuso con 40-1 in casa e ora possono riposarsi per ben 4 giorni.

Un altro incrocio suggestivo che ci ha regalato il mercato estivo era quella tra gli Atlanta Hawks di Dwight Howard, che riceveva la visita dei suoi ex compagni dei Rockets, con i quali il rapporto non è mai stato idilliaco. Si è preso una bella rivincita realizzando 20 punti con 14 rimbalzi, aiutato da Paul Millsap, che ha messo a referto 23 punti.

112-97 il punteggio finale, nonostante l’ennesima partita da 30 punti di James Harden; per lui almeno 25 punti nelle prime 6 partite di stagione.

«Tutti cercano di trovare la polemica tra giocatori perché fa notizia, ma tra noi non c’è assolutamente niente», ha detto Howard, «entrambi veniamo dal niente e abbiamo realizzato il sogno di giocare qui. Sono felice per lui e spero che continui a giocare alla grande». Ma nonostante non ci siano attriti tra i due giocatori, la soddisfazione di Howard è grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche