Get Adobe Flash player

Westbrook: «Gli attacchi in Europa sono almeno 10 volte più forti di quelli NBA»

russell westbrook thunderSe i paragoni tra la FIBA europea e l’NBA spesso sono difficili da fare, quando non impossibili, c’è chi come Russell Westbrook ha fatto tesoro della sua preseason qui nel vecchio continente per evidenziare quali sono le più grandi differenze del gioco tra le due sponde dell’atlantico.

E, tenetevi forte, perché in Europa tutti i reparti offensivi sono molto più letali di quello che potremo credere, «almeno dieci volte più che da noi». Il perché secondo Westbrook è semplice e spiegabile in un misto tra fluidità e visione d’insieme difficilmente esportabile negli Stati Uniti, dove il gioco è sicuramente più talentuoso e spettacolare del nostro. È evidente quindi che non avendo la loro abilità qui da noi si sia compensato in un altro modo per riuscire a sopravvivere e giocare.

Certo, non ci saranno nomi roboanti o atleti del calibro di quelli NBA ma forse proprio qui sta la differenza.

In NBA infatti le franchigie in grado di fondere talento e ritmi così alti si contano sulle dita di una mano, e per fare un esempio su tutti possiamo citare gli Spurs dell’anno scorso di Duncan, Kawhi Leonard e Tony Parker. Ma del resto paese che vai, stile che trovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche