Get Adobe Flash player

La stagione NBA riparte e la corsa all’MVP è la più incerta degli ultimi anni

james curry finalsOrmai l’attesa è finita: mancano poche ora alla prima palla a due della stagione 2016/17. Apriranno le danze i campioni in carica di Cleveland, che nel match inaugurale affronteranno i “nuovi” Knicks all’1:30 italiane di domani notte (la prima in diretta su SkySport 2 sarà Spurs – Warriors nella notte di mercoledì 26).

Tanti sono gli spunti visto il mercato estivo ricco di cambiamenti, ma cattura l’attenzione anche la corsa al premio di miglior giocatore della stagione, l’ambito Maurice Podoloff Trophy. Nelle ultime due stagioni se lo è aggiudicato Stephen Curry e può ambire al terzo consecutivo, cosa che non accade dal 1986, anno del three-peat di Larry Bird in maglia Celtics.

Curry rimane il favorito, anche perché se Golden State ripete la stagione regolare dello scorso anno sarà difficile non darlo a uno di loro. Tra i primi 5 favoriti infatti dobbiamo inserire Kevin Durant, passato in estate agli Warriors e già a suo agio nei movimenti di coach Kerr.

LeBron James ha già 4 trofei di MVP in bacheca (2 con i Cavs e 2 con gli Heat) e un quinto vorrebbe dire raggiungere Michael Jordan. Dopo la consegna del premio a Curry aveva lanciato una provocazione riguardo al reale significato della parola “Valuable”, ma il LeBron maturo degli ultimi anni ha voluto far sapere che il suo obiettivo è «essere l’MVP per i miei compagni. Aiutarli a vincere ancora viene prima di tutto. Certo il quinto trofeo sarebbe il coronamento di una carriera, ma a inizio stagione penso solo a come fare per vincere».

Durant ha lasciato i Thunder in mano a Russell Westbrook, che è il terzo favorito al titolo. Da solo può e deve prendersi tutte le responsabilità e se anche la squadra dovesse arrivare a un numero consistente di vittorie, sarebbe lui sulle copertine dei giornali.

Kawhi Leonard sono anni che viene inserito tra i favoriti, ma la sua scarsa propensione a giocare per i riflettori costringe i media a farlo retrocedere nelle statistiche. Anthony Davis, James Harden, Paul George, Chris Paul e Carmelo Anthony sono gli uomini franchigia nelle rispettive squadre, ma almeno sulla carta restano un gradino sotto gli altri.

L’allenatore di Golden State Steve Kerr però fa una previsione in controtendenza: «Credo che Durant possa arrivare subito sotto a Curry e LeBron, ma sarà Damian Lillard a vincere il trofeo».

Certo una previsione un po’ azzardata, visto che difficilmente il titolo va a un giocatore che non abbia trascinato la propria squadra almeno tra le prime 4 di Conference, ma mai dire mai. Vedendo poi le quote la previsione di Kerr è quotata a 35.00, quindi magari un tentativo si potrebbe fare.

Ecco le quote dei favoriti al titolo di MVP:

Stephen Curry 4.00
LeBron James 4.50
Russell Westbrook 5.00
Kevin Durant 9.00
Kawhi Leonard 12.00
Anthony Davis 13.00
James Harden 15.00
Paul George 20.00
Blake Griffin 25.00
Carmelo Anthony 30.00
Chris Paul 30.00
Kyrie Irving 30.00
Giannis Antetokounmpo 35.00
DeMarcus Cousins 35.00
Damian Lillard 35.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche