Get Adobe Flash player

Esordio vincente per Gallinari nonostante un incredibile Davis, bene anche gli Hornets di Belinelli

anthony davis50 punti, 16 rimbalzi, 5 assist, 4 stoppate e 7 palle recuperate. Non è Wilt Chamberlain ma Anthony Davis, che nella prima partita stagionale fa quello che vuole, o meglio, gioca da solo per i New Orleans Pelicans. Nonostante la prestazione storica del centro però i Denver Nuggets riescono a portare a casa la vittoria per 107 a 102.

Conferma quanto di buono ha fatto vedere in preseason Jusuf Nurkic, miglior marcatore dei Nuggets con 23 punti, aiutato da Will Barton con 22. Il nostro Danilo Gallinari si ferma a 15 e Kenneth Faried è fondamentale soprattutto nei rimbalzi in attacco (6 dei 14 rimbalzi in partita).

A fine partita Davis non punta il dito contro i suoi compagni, ma semplicemente dà la colpa della sconfitta alla percentuale di tiro: «Abbiamo fallito conclusioni che in genere mettiamo. Abbiamo concesso troppo ad inizio gara, dobbiamo semplicemente giocare come nel terzo e nel quarto quarto».

La sfida di venerdì notte già si prevede interessante: Davis (con la partecipazione dei Pelicans) sfiderà i Golden State Warriors, reduci dalla batosta all’esordio.

Buono l’esordio anche per l’altro italiano Marco Belinelli. Gli Charlotte Hornets vincono sul campo dei Milwaukee Bucks per 107 a 96. 26 minuti in uscita dalla panchina per Marco, che mette a referto 7 punti e 4 rimbalzi.

Michael Kidd-Gilchrist realizza 23 points con 14 rebounds al ritorno dall’infortunio alla spalla e il nuovo centro Roy Hibbert ne aggiunge 15 per gli Hornets.

Giannis Antetokounmpo è il leader dei Bucks con 31 punti. I Bucks con un misero 3 su 16 da tre faticano a tenere il passo di Charlotte, che anche se rispondo con 7 su 23, realizza le triple nei momenti chiave della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche