Get Adobe Flash player

Coach D’Antoni vuole cambiare i Rockets e inizia col piede giusto

harden-rocketsSicuramente è presto per avere indicazioni sui nuovi Houston Rockets di coach Mike D’Antoni, ma già dalla prima partita di preseason sembra sia iniziato il processo di cambiamento. La squadra texana riceveva i Shanghai Sharks del presidente Yao Ming e al di là della netta vittoria (131 a 94) quello che colpisce sono i numeri, specialmente del nuovo “play a tempo pieno” James Harden.

10 assist e 16 punti (miglior marcatore) di Harden, che pare abbia iniziato a guardare i compagni e non solo il canestro o la linea di penetrazione. Nel complesso sono 34 gli assist dei Rockets su 49 canestri totali.

«Ho provato a cercare le giuste soluzioni per i miei compagni, evitando di cercare a tutti i costi le azioni spettacolari», ha detto Harden, «i miei compagni sono stati molto bravi nei tagli e nel crearsi lo spazio per buoni tiri. Stiamo imparando a conoscerci e sono sicuro che ci riusciremo».

Riuscire a far diventare altruista Harden è un lavoro duro, non così duro come farlo difendere, ma qualcosa già si è visto.

Dalla parte degli Sharks brilla Jimmer Fredette, con 33 punti e 8 assist. Sembra una maledizione la sua: non riesce a trovare spazio in NBA, anche se molte volte pare abbia le qualità per farcela.

Buono l’esordio anche per Gary Payton II, figlio d’arte, che al debutto con la nuova maglia gioca più di 5 minuti nel quarto quarto. 3 punti, 1 rimbalzo e 2 palle rubate per lui, che ha scatenato un’ovazione con una rubata e una schiacciata in contropiede.

Ecco gli highlights della partita:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche