Get Adobe Flash player

Clippers spazzati via dai nuovi Warriors, Rockets sempre meglio, Embiid dà speranza ai 76ers

Los Angeles Clippers v Golden State WarriorsAncora amichevoli NBA e esordi stagionali: per i Golden State Warriors è la prima tra le mura amiche di Oakland, dopo la sconfitta di Vancouver con i Toronto Raptors. Decisamente meglio nella seconda uscita nella quale annientano un’avversaria diretta (almeno in teoria) nella corsa alla Western Conference come i Los Angeles Clippers.

120 a 75 il punteggio finale in una serata di festa per i tifosi di casa, che possono per la prima volta ammirare il neo acquisto Kevin Durant. Per l’ex Thunder 24 minuti in campo da titolare, in cui realizza 21 punti con 3/4 da tre e soprattutto sembra già completamente a suo agio nei movimenti offensivi dei vicecampioni.

È ancora preseason, ma i Clippers tornano comunque a casa con 53 punti di scarto. All’intervallo Durant e Klay Thompson (30 punti su 14 tentativi con 6 triple) insieme avevano realizzato 10 punti in più rispetto ai Clippers e la facilità con la quale hanno trovato ad ogni azione il canestro è disarmante.

Doc Rivers avrà tanto lavoro da fare per provare a ridurre l’evidente divario che c’è tra i Clippers e i favoriti ad Ovest.

Buone notizie invece per gli Houston Rockets, che continuano a far vedere segnali di rinascita nell’amichevole vinta contro i New York Knicks 130 a 103. I numeri non sono da prendere alla lettera, specialmente in preseason, ma un’altra doppia cifra di assist di James Harden fa comunque capire che forse la mentalità stia cambiando.

Il principale riferimento per gli scarichi è Ryan Anderson, bravo a crearsi spazio e approfittare dell’attenzione della difesa dei Knicks sul Barba.

Per i Knicks 16 punti in 25 minuti per Derrick Rose, all’esordio assoluto con la sua nuova maglia.

Esordio anche per Joel Embiid, che dopo due stagioni alle prese con l’infortunio al piede può finalmente scendere in campo con la maglia dei Philadelphia 76ers. Appena perso Ben Simmons i Sixers possono ritrovare speranze per la stagione. «Non riuscivo a respirare», ha detto Embiid, «ero nervoso. Ma quando ho realizzati il primo canestro tutto è andato meglio».

Nella vittoria contro i Boston Celtics esordio anche per Dario Saric, che realizza 10 punti in 18 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche