Get Adobe Flash player

Problemi in casa Cavs, lo staff di coach Lue sul piede di guerra

tyronn lueFermi tutti, chi pensava che quest’anno i Cavs avessero già fatto l’impresa capovolgendo la serie che li ha visti battere gli Warriors e vincere il primo anello della loro storia devono ricredersi. Secondo alcune indiscrezioni di stampa il vero ostacolo insormontabile per Cleveland è riuscire ora a superare quella strana impasse che si è creata con lo staff della panchina, visto che a quanto pare la maggior parte degli assistant coach ancora non ha voluto firmare alcun rinnovo.

L’indiscrezione, rilanciata nelle ultime ore dall’esperto Chris Haynes su Facebook, vede come protagonisti Damon Jones, James Posey, Jim Boylan e Phil Handy e parla senza mezzi termini di una «frustrazione crescente per essere arrivati ad una situazione incredibile. Che una franchigia del genere si metta in una condizione come questa è incredibile. I Cavaliers dovrebbero fare le cose per bene».

Che sia solo una particolare indolenza da parte dei vertici della società? Sembrerebbe di no perché, sempre secondo quanto riportato, alla base di tutto ci sarebbero forti pressioni dello stesso head coach Tyronn Lue impegnatosi in prima linea nel “promuovere” Larry Drew come suo braccio destro a discapito degli altri. Il perché? Semplice visto che i malcapitati erano nello staff di David Blatt.

Ora che siano voci, pettegolezzi o qualcosa di più è difficile da sapere. Ma resta il fatto che a fine mese con i primi allenamenti informali la situazione dovrà sbloccarsi per forza in un modo o nell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche