Get Adobe Flash player

Prime parole da Hornets di Belinelli: «Qui mi sento bene. Voglio dimenticare la nazionale e i Kings»

marco-belinelli-hornetsInizia una nuova avventura per il nostro Marco Belinelli. Primo giorno ufficiale da Hornets al Media Day per lui, che ha ricevuto i complimenti dei suoi nuovi compagni e gli apprezzamenti di coach Steve Clifford. «Ho solo detto: “Prendiamolo subito!”», ha dichiarato Nicolas Batum, «molti non sanno quanto forte sia. Può prendersi un tiro praticamente da dove vuole ed è in grado di segnarlo».

Una squadra che già lo scorso anno aveva impressionato per gioco e risultati, merito soprattutto dell’allenatore. «Sono sempre stato un suo ammiratore», ha detto Clifford, «e la cosa che mi piace di più è che dà il massimo nelle grandi occasioni. Come le finali di San Antonio».

Insomma al contrario di quanto accaduto lo scorso anno a Charlotte Belinelli si sente apprezzato: «Quando ho saputo del trasferimento ero felice, mi piace l’ambiente che ho trovato qui, sto bene. Sono un buon tiratore da 3 anche se la scorsa stagione non è andata bene. Penso però di poter anche controllare il pallone per alleggerire il lavoro di Kemba Walker».

«Il sacrificio di tutti è la cosa più importante», ha continuato, «in difesa e in attacco tutti devono aiutarsi. Io sono abituato a segnare, ma proverò a mettere in campo la miglior difesa possibile».

«L’anno a Sacramento e l’estate in nazionale sono stati duri per me, ma ora sono motivato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche