Get Adobe Flash player

Durant fa conoscenza col gruppo Warriors: «Vogliono che sia più aggressivo»

durant warriorsPrimi allenamenti con la nuova maglia per l’uomo mercato dell’estate NBA. Kevin Durant ha avuto modo di conoscere alcuni dei suoi nuovi compagni alle Olimpiadi, ma questo è il momento per costruire la famosa “chimica”, fondamentale se si vuole vincere, specialmente in una squadra con tante “prime donne” come quella di Golden State.

«Mi sto allenando molto al tiro, ma già dal primo allenamento Draymond (Green) mi ha detto che non ero aggressivo abbastanza. Per me è importante sentirmi motivato e tutti qui mi stanno dando una mano».

Durant ha spiegato che in pratica ha scelto gli Warriors perché gli è richiesto di prendersi più tiri possibili: «È per questo che mi hanno voluto. Non ho intenzione di giocare timido, continuerò ad essere me stesso. Nessuno mi ha detto o mi dirà mai che sto tirando troppo, vogliono solo che sia me stesso».

«Imporrò il mio gioco quando la squadra avrà bisogno di me. Mi allenerò anche su altri aspetti, ma mi voglio concentrare sugli spazi di tiro per me e i miei compagni».

Detta così sembra tutto facile, eppure Golden State dovrà dimostrare sul campo la superiorità sulla carta. Inoltre il desiderio di segnare di Durant va conciliato con le esigenze della squadra e le richieste dello staff tecnico, che lo vuole concentrato prima di tutto sulla difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche