Get Adobe Flash player

Speranza Heat, Chris Bosh ritorna in palestra

bosh tifosiMercoledì 26 ottobre, Amway Center di Orlando: i tifosi di Miami hanno già cerchiato di rosso sul calendario la data della prima gara ufficiale della stagione NBA 2016/17. E al derby con i Magic molti sperano di arrivarci con un Chris Bosh in più. Dopo le ultime due tribolate stagioni, il fuoriclasse degli Heat sta lavorando sodo e lunedì ha mandato un segnale di speranza: un video, postato sul suo profilo Snapchat, in cui si allenava in palestra. Ma soprattutto un messaggio chiaro: I’m back, cioè sono tornato!

A meno di due mesi dall’esordio e a uno dall’inizio della pre-season (fissata per il 27 settembre), nessuno a Miami si è ancora sbilanciato sulle reali chance di ritorno di Bosh. Non il giocatore o il suo agente. Neppure la franchigia. Qualche settimana fa, Pat Riley aveva parlato di “agosto-settembre” come periodo chiave per capire le reali chance di recupero.

Anche perché le ultime due stagioni e la gravità della malattia avuta dal giocatore, richiedono la massima cautela. Bosh ha dovuto combattere con dei problemi di salute causati da coaguli di sangue. La prima volta, nel 2015, quando gli furono riscontrati nei polmoni e fu necessario l’intervento chirurgico. Un anno dopo, al polpaccio. Due annate maledette per Chris, costretto a saltare le gare decisive. Ma anche per gli Heat, già alle prese con i postumi dell’addio di LeBron James.

E ora che anche il secondo “Big Three” – Dwyane Wade -, ha salutato destinazione Chicago Bulls, il ritorno di Bosh sarebbe quanto mai importante per coach Erik Spoelstra. Anche alla luce della partenza in estate di altri veterani quali Lou Deng e Joe Johnson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche