Get Adobe Flash player

Ray Allen vuole tornare, Spike Lee lo vuole ai Knicks

allen g6A volte ritornano, è proprio il caso di dirlo. All’annuncio di Derek Fisher si aggiunge infatti quello di Ray Allen che, secondo quanto confidato all’Hartford Courant, vorrebbe tornare in campo già dalla prossima stagione.

Certo tra i due la situazione non è comparabile visto che per Allen si è trattato più di una pausa iniziata nel lontano ’14, quando i suoi Heat vennero sconfitti nelle finals dagli Spurs, invece che di in un ritiro. Ed incredibilmente dopo le tanti voci che lo volevano vicino agli Warriors già ci sarebbero Boston e Milwaukee tra gli interessati, come ha confidato proprio lui in un’intervista all’Hartford Courant:

«Mi piacerebbe veramente tanto tornare. Entrambe quelle due franchigie sono buone, non mi interessa andare a vincere il campionato quanto più che altro insegnare ai giovani, grazie alla mia esperienza, qualcosa. Mi piace la formula di giocare poco e dare tanti consigli. La forma? Non dovrebbe essere un problema, ho continuato ad allenarmi e sono in grado di reggere bene quasi tutti i ritmi».

Ma è pur vero che in situazioni come queste bisogna fare i conti con un po’ di realpolitik, perché chiacchiere a parte accollarsi un giocatore del genere potrebbe essere più un freno che uno spinta: i Celtics per esempio non solo hanno già l’organico al completo ma hanno anche due veterani come Al Horford e Gerald Green e potrebbero quindi decidere di far cadere tutto nel vuoto.

Di certo per il momento c’è che Spike Lee, con cui vige un rapporto d’amicizia e che lo diresse nel film “He got the game” nel lontano ’98, lo sta corteggiando insistentemente per farlo approdare in direzione di New York. E chissà che non riesca a farlo ripartire proprio dai Knicks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche