Get Adobe Flash player

Il team USA torna a casa dopo l’oro. Durant: «Le Olimpiadi una pausa dalle critiche»

kevin durant warriorsÈ terminata come previsto la spedizione olimpica della nazionale a stelle e strisce, che ha conquistato l’oro in finale con la Serbia. Un torneo dominato quello del team USA, che non ha sempre brillato, ma ha comunque dimostrato di essere superiore alle avversarie affrontate. In finale non c’è stata partita e i 30 punti di Kevin Durant dimostrano quanto il nuovo acquisto dei Golden State Warriors tenesse a questa medaglia.

Non è stata un’estate facile per KD, che dovrà affrontare la nuova stagione in maglia Warriors con gli occhi puntati addosso e l’etichetta di “traditore” per aver abbandonato i suoi vecchi compagni dei Thunder.

«Per me è stato un periodo di terapia dopo un grande cambiamento», ha detto al The Vertical, «sapevo che arrivava questo momento per distrarmi dalle continue critiche e così è stato».

«È stato bello venire qui e giocare in un gruppo in cui mi sono sentito accettato e in cui nessuno ha interesse nel mercato. È quello che mi serviva».

Ora il viaggio è terminato e inizia la preparazione per la stagione regolare. Il primo appuntamento di Durant con la nuova squadra è contro i San Antonio Spurs, il 25 ottobre, mentre il 3 novembre riceverà la visita proprio dei suoi ex Thunder. Sicuramente non sarà amato e coccolato come gli è capitato nell’ultimo mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche