Get Adobe Flash player

Adams, assistente di coach Kerr, parla di Durant: «Mi aspetto molto da lui, soprattutto in difesa»

durant warriorsSi conoscono da tanto tempo, fin dalla seconda stagione di Kevin Durant in NBA, con la maglia di Oklahoma City. Ora Ron Adams potrà lavorare di nuovo con lui, dopo i due anni ai Thunder e, anche a detta della moglie Leah, non vede l’ora: «È ansioso di iniziare ad allenarlo e soprattutto di integrarlo nel suo sistema difensivo».

Non sarà facile integrare Durant nel gioco degli Warriors, che difficilmente amano che la palla si fermi nelle mani di qualcuno per più di qualche secondo, ma prima dell’attacco viene la difesa e proprio su questo si sta concentrando Adams.

«La sua versatilità è eccezionale», ha detto Adams, «È un difensore formidabile, che ha giocato con grande impegno difensivo nella serie playoff contro di noi. Ci aspettiamo molto da lui in proposito».

«Kevin può, se necessario, difendere tutte le cinque posizioni e farlo in modo efficace», ha aggiunto.

«Sa difendere il ferro in modo eccezionale e non tradizionale», spiega coach Kerr, «quando ha giocato da “quattro” contro di noi nei playoff è stato brillante. Ha stoppato qualche tiro e segnato un mucchio di volte. Quindi di sicuro giocherà da “quattro” molte volte anche con noi».

A sentire i due coach sembra quasi che lo abbiano preso per come difende, ma comunque dovranno trovare un equilibrio in attacco per evitare che le tante stelle in campo si pestino i piedi.

2 risposte a Adams, assistente di coach Kerr, parla di Durant: «Mi aspetto molto da lui, soprattutto in difesa»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche