Get Adobe Flash player

Pat Riley già rimpiange Wade e su Bosh ammette: «Se giocherà lo farà con molti limiti»

Heat_Basketball_RileyContinua l’estate più calda dei Miami Heat e il presidente Pat Riley ora si trova a dover ricostruire il roster senza la superstar. Dwyane Wade è stato ufficialmente presentato ai Bulls, ma evidentemente Riley non ha ancora superato la cosa, tanto da ammettere: «Il suo trasferimento mi ha distrutto, avevo pianificato per lui un futuro con gli Heat, ma la responsabilità è mia».

Non sarà facile riportare entusiasmo una franchigia priva del suo uomo copertina e Riley non si dà pace: «Credo sia una sconfitta per entrambi, ma io dovevo fare di più perché la star è lui, era lui il volto degli Heat».

Anche gli ex compagni, come espresso pubblicamente da Haslem o Whiteside, sono rimasti di stucco appresa la notizia, ma le grane per gli Heat non finiscono qua, c’è sempre la situazione di salute di Chris Bosh a preoccupare società e tifosi.

Nelle ultime due stagioni l’ex Raptors ha giocato poco a causa di coaguli di sangue (nei polmoni e nel polpaccio), che hanno messo a rischio addirittura la sua vita e questo problema non sembra in via di risoluzione.

«So che il suo unico desiderio è quello di giocare», ha detto Riley, «dobbiamo avere fiducia nei medici e aspettare che le cose migliorino. Certo è difficile pensare che possa disputare un’intera stagione è più semplice preventivare che se giocherà lo farà con dei limiti. Probabilmente infatti eviterà le trasferte lunghe, come fanno molti atleti di altri sport in situazioni simili alla sua».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche