Get Adobe Flash player

Il Commissioner annuncia le modifiche al regolamento per limitare l’Hack-a-Shaq

adam silverDopo tanti dibattiti è arrivata la decisione della NBA, che nel preservare la continuità del gioco ha optato per inserire, a partire dalla stagione 2016/17, alcune modifiche al regolamento. L’Hack-a-Shaq in pratica consiste nel fallo intenzionale ai danni di un giocatore avversario con basse percentuali ai liberi, chiamato in questo modo proprio perché Shaq è stato il primo “bersaglio” costante.

Il Commissioner Adam Silver ha annunciato le modifiche in una conferenza a Las Vegas e già sono arrivate le dichiarazioni di disaccordo di alcuni addetti ai lavori.

Una regola non consentiva il fallo intenzionale, chiamato away-from-the-play, negli ultimi 2 minuti del quarto quarto. Quindi nel caso in cui il fallo non sia stato chiaramente sul giocatore in possesso di palla, la squadra che lo aveva commesso subiva un libero e in più perdeva il possesso per l’azione successiva.

Da questa stagione questa regola è stata estesa agli ultimi 2 minuti di ogni quarto.

In più, nelle situazioni di rimessa, un fallo commesso prima che la palla sia rimessa in campo (comprese i contatti chiamati “legitimate” o “natural”, come per esempio un blocco forzato) saranno trattati nello stesso modo dell’away-from-the-play.

Ultima modifica è stata includere nella lista dei flagrant foul il saltare sulla schiena dell’avversario. Una regola che fa ridere ma che eviterà molte situazioni come questa:

2 risposte a Il Commissioner annuncia le modifiche al regolamento per limitare l’Hack-a-Shaq

  • Anonimo scrive:

    disaccordo totale. io avrei tolto questa regola anche nel quarto finale. se non sai tirare i liberi problemi tuoi e della tua squadra. in panchina. è per queste regole del cavolo che favoriscono l’ atletismo sulla tecnica che sui parquet vedremo sempre meno fenomeni come olajuwon o duncan e sempre più fenomeni da baraccone come howard e jordan (deandre)

  • mautrok scrive:

    Non sono molto favorevole ad aiutare chi non sa tirare i tiri liberi, però queste sono due regolette che ci possono stare. Certo ci sarà da vedere cosa si intende per fallo intenzionale lontano dalla palla, negli ultimi due minuti di OGNI quarto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche