Get Adobe Flash player

Anche Larry Bird contro Durant: «Mai sarei potuto andare ai Lakers con Magic»

Larry BirdTra maglie bruciate e nette prese di posizione dei colleghi, Kevin Durant sta piano piano dilapidando tutto il suo grado di simpatia nella NBA. La frase twittata da Paul Pierce, quantomai attuale in questo momento, rispecchia lo stato d’animo di tifosi e appassionati, almeno di buona parte di loro: “Se non puoi batterli unisciti a loro”.

Sì perché il passaggio proprio agli Warriors, che hanno eliminato Durant e compagni dai playoff, ha lasciato di stucco molti. Perfino una leggenda della NBA come Larry Bird, che in genere non partecipa a dibattiti e difficilmente rilascia dichiarazioni in merito al mercato, ha voluto dire la sua.

«È un situazione complicata, perché quando giocatori di questo tipo si trasferiscono in squadre già forti diventano quasi imbattibili. Ma è per questo che abbiamo il mercato dei free agent. Se fanno tutto nel rispetto delle regole sono felice per loro. È bello giocare in una squadra così competitiva».

«Penso ai miei tempi, non avrei neanche immaginato di andare ai Lakers e giocare con Magic Johnson. Preferisco cercare di batterlo, ma questi ragazzi sono diversi, così come sono diverse le regole che permettono loro di fare quello che vogliono. Mi ricordo anni fa, abbiamo lottato per una free agency con più libertà. Io non avevo nessuna intenzione di andare a giocare altrove, perché avevo con me già grandi giocatori e una grande società alle spalle».

Insomma anche Larry Bird vede questo trasferimento come una scorciatoia nella rincorsa dell’anello.

3 risposte a Anche Larry Bird contro Durant: «Mai sarei potuto andare ai Lakers con Magic»

  • Anonimo scrive:

    Infatti anche secondo me la situazione è totalmente diversa da quella di lebron. E poi miami diventò una contender grazie ai big three, golden state non aveva di sicuro bisogno di durant per vincere.

  • mautrok scrive:

    La cosa assurda è che Durant non è passato da una squadra che non potrà mai vincere il titolo a una che lo vince sicuro, ma dalla diretta rivale di conference che ha un organico forte ad una squadra che vincerà quasi sicuramente. Lebron giocava a Cleveland con mo williams e anderson varejao, non è neanche simile il paragone. Ho odiato anche io i big three di miami, ma molto molto meno di così.

  • Fra scrive:

    Mi fa pensare a LeBron, gli hanno dato una ulteriore motivazione. Poteva pure averle finite, e invece…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche