Get Adobe Flash player

J.R. Smith e il suo riscatto: «Mi ispiro a mio padre»

jr smith tripleCi voleva una vittoria come questa per affidare i Cavs al gotha del basket che conta e mostrarci uno dei lati più sensibili di questi giganti. Tutto pensavamo infatti tranne che di assistere a tutti quei pianti liberatori da parte dei giocatori di Cleveland, dove spicca tra tutti un commosso J. R. Smith.

Letteralmente frastornato nella conferenza stampa del post partita ha voluto dedicare la vittoria alla sua famiglia ed in special modo a suo padre:

«Sono loro la più grande ispirazione della mia vita. Nel corso della mia vita ho avuto molti momenti difficili e se non fosse stato per loro non sarei mai riuscito ad uscirne fuori. Se sono a questo punto lo devo a loro. Hanno combattuto per me, mi hanno sgridato, mi hanno dato fiducia e sono sempre stati al mio fianco, sia quando ero nel giusto che quando sbagliavo».

«Conosco – ha aggiunto – molte persone che non hanno avuto la fortuna di avere genitori, io ho avuto quella di avere il padre e la madre migliori che potessi desiderare. Lo giuro. Noi siamo 6 fratelli e mai nessuno è stato trattato differentemente. Ci hanno amati tutto allo stesso modo. Da grande volevo essere come loro».

«Quando gioco mi ispiro a mio padre e s quando qualcuno mi insulta ci resto male perché mi immedesimo in quello che prova lui. Tutto quello che faccio è per la mia famiglia, macchine belle ville e tutto il resto non contano nulla senza di loro. Sono arrivato qui grazie a loro, così come gli devo tutto. Senza non sarei in grado di sedermi di fronte a voi (giornalisti, ndr) come un campione»

Finito tutto questo Smith è andato ad abbracciare suo padre, visibilmente commosso dopo una dichiarazione d’affetto tale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche