Get Adobe Flash player

Il GM dei Cavs rassicura i tifosi: «Confermiamo il gruppo vincente»

cavs conference championsBasta solo una settimana di sbornia per la vittoria dell’anello per fare tornare i Cavs coi piedi per terra ed iniziare ad organizzare, durante questa lunga offseason, la prossima stagione. Secondo quanto detto dal General Manager David Griffin non dovrebbero esserci troppi smottamenti a livello di mercato, visto che l’obiettivo per il momento resta quello di confermare il nucleo centrale della franchigia:

«La prima cosa da fare è mantenere lo stesso gruppo di quest’anno e cercare di dimostrare agli altri cosa siamo in grado di fare».

Insomma i tifosi possono dirsi già da ora tranquilli con le prime conferme importanti: LeBron a parte, che negli scorsi giorni ha spergiurato di voler proseguire il suo cammino a Cleveland, non dovrebbero esserci problemi nemmeno per Kyrie Irving ed Iman Shumpert, blindati sino al 2019, e Love e Trsistan Thompson sino al 2020.

Discorso a parte invece per la free agency con la sola eccezione di J.R. Smith che nella famosa conferenza stampa post vittoria in cui si è commosso ha ben chiarito che i suoi progetti non prevedano cambiamenti in vista. Chi potrebbe invece sfruttarla è Matthew Dellavedova, anche se molti ci vedono alla fine delle esigenze di bilancio visto che i Cavs avranno l’anno prossimo la mole di stipendi più alta di tutta la lega. E se così alla fine dovesse essere c’è già chi vede come suo rimpiazzo il giovane neo acquisto Kay Felder.

Certo con tutta l’estate di mezzo è un po’ presto per parlare ma va detto sin da ora che se le cose rimanessero così non ci sarebbe storia: ad est la squadra da battere rimarrebbe Cleveland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche