Get Adobe Flash player

I T’wolves vogliono Butler, i Bulls aumentano il prezzo

jimmy butler bullsMai come quest’anno il destino di Jimmy Butler è legato all’esito del Draft della prossima settimana. Sono giorni infatti che rimbalza come voce di corridoio la possibilità che la stella dei Bulls faccia le valige in direzione di Minnesota, visto che Thibodeau ne sarebbe talmente interessato da mettere sul piatto la loro quinta scelta.

Peccato però che Chicago abbia deciso di giocare al rialzo e di mostrarsi disponibile solo in due occasioni: la prima è che il nome che esca dal Draft sia quello di Kris Dunn (ventiduenne proveniente dal Providence Friars men’s Basketball in NCAA e valutato tra la terza e la quinta scelta) quindi che sul piatto venga imbastita una trade con un altro giocatore di comprovata esperienza.

A complicare le cose per T’wolves ci sarebbe anche la notizia che i Celtics, terzi in ordine di sorteggio quest’anno, sarebbero veramente interessati a Jimmy.

Nel frattempo la società dopo aver alimentato una lunga serie di false speranze non ha ancora sciolto la sua riserva sull’argomento, mantenendo anzi quasi un atteggiamento schizofrenico perché da un lato ha chiesto proprio a l cestista di partecipare al sorteggio in sua rappresentanza lo scorso 17 maggio, mentre dall’altro ha detto tramite il suo GM Gar Forman di «vagliare ogni ipotesi per quanto riguarda il suo futuro».

In una situazione così ingarbugliata vale la pena di ricordare che l’ingaggio di Butler non è poco oneroso, l’anno scorso rinnovò per 90 milioni di dollari complessivi, e che se dovesse fare le valige approderebbe dopo cinque anni alla seconda squadra in NBA dopo la lunga esperienza di Chicago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche