Get Adobe Flash player

Gara 2 senza storia, Cavs spazzati via dagli Warriors

draymond greenSe in Gara 1 il dominio dei Golden State Warriors è sembrato evidente, quello andato in scena nella partita di stanotte è vicino a quello che può si definire un massacro. 110 a 77 il punteggio in favore dei campioni in carica con i Cleveland Cavaliers che subiscono il più ampio margine di svantaggio della storia dei playoff (contando le prime due partite delle Finals).

In questa partita il protagonista è Draymond Green, con 28 punti, 7 rimbalzi e 5 assist. Lasciato libero dalla difesa dei Cavs, impegnata ad annullare gli Splash Brothers, il numero 23 di Golden State riesce ad essere efficace anche dalla distanza.

«Non è tempo di festeggiare», ha detto Stephen Curry a fine partita. L’MVP di stagione è stato limitato a 18 punti, anche perché ha ridotto il suo minutaggio a causa dei falli commessi in avvio di partita.

«Dobbiamo restare uniti», le parole del coach di Cleveland Tyronn Lue, che ha il durissimo compito di non far sfasciare lo spogliatoio. Dopo aver perso in questo modo, per due volte di seguito, non deve essere facile ricaricare il roster e provare almeno a vincere le due prossime in casa.

Ormai i Cavaliers, con le spalle al muro, sono costretti a vincere Gara 3 (nella notte di mercoledì 8) e sperare in un calo dei campioni in carica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche