Get Adobe Flash player

Durant e l’estate da free agent: «Decisione dura, la priorità è il basket»

durant-kevinChe Durant sia uno degli uomini simbolo di questa generazione NBA e della squadra dove ha militato sinora non è un mistero per nessuno, tanto che per scongiurare una partenza abbiamo visto come negli ultimi giorni qualcuno gli abbia offerto addirittura delle cariche politiche pur di farlo rimanere ad Oklahoma City.

Ora a poco meno di due settimane dalla sua free agency in molti si chiedono cosa abbia deciso per il suo futuro e soprattutto se voglia proseguire il suo percorso coi Thunder. Era evidente quindi che l’incontro di lunedì presso l’università del Texas per presentare la sua nuova linea di scarpe KD9 si incentrasse più sul suo futuro che sulla moda in generale.

Incalzato da più fronti alla fine ha dovuto cedere ammettendo però con molta umiltà di avere bisogno di tempo per capire cosa sia la cosa migliore per lui e per la sua stessa carriera:

«So molto bene quanto è importante questo periodo, ma l’ho già detto durante la regular: ho delle persone qui (a Oklahoma City, ndr), di cui mi fido molto ma prendere una decisione ora è impossibile. Devo riuscire a capire cosa sia meglio per me».

Una scelta molto difficile perché, come ha ammesso di fronte ai cronisti, «è una decisione sul basket che travalica il discorso della fama o dei soldi e finisce col riguardare anche le persone con cui dovrò giocare».

«Non sono in grado – ha aggiunto – di garantire nulla. Ora con la Nike ho moltissimo da fare (ha un contratto di sponsorizzazione da circa 300 milioni di dollari, ndr) ma non vorrei si pensasse che alla base della mia futura decisione ci sia un discorso economico: tutto quello che ho fatto in questi 8 anni qui l’ho fatto esclusivamente per Oklahoma City. Prima di prendere qualsiasi decisioni dovrò rifletterci bene».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche