Get Adobe Flash player

Draymond Green torna sulla sconfitta in Gara 7: «Qualcosa che non scorderò mai»

draymondgreenPerdere? Non è mai facile, a maggior ragione se sei gli Warriors e per tutto l’anno hai accarezzato la possibilità di vincere e di entrare nella storia. Questo ad Oakland lo sanno bene tutti ma soprattutto chi come Draymond Green pur preparandosi alle olimpiadi di Rio continua a sentire su di sé la responsabilità di errori evitabili:

«Questa amarezza? Credo sia impossibile farla svanire. Avevamo l’occasione di vincere un campionato storico in modo unico. Ma bisogna andare avanti, è normale bruci ancora ma questo non vuol dire che io ce l’abbia con Kyrie Irving o chicchessia. Sono i numeri uno, ci hanno battuto e dobbiamo rispettarlo. Siamo i numeri due. Ora dobbiamo andare avanti e rappresentare al meglio il nostro Paese».

Ma c’è anche lo spazio per commentare una di quelle indiscrezioni che in queste ore stanno tenendo banco tra tutti gli addetti ai lavori, cioè dei contatti informali tra Kevin Durant e Golden State vista la sua free agency:

«Non lo so, ci sono un sacco di dinamiche da analizzare. So solo che in una giornata si parla tanto di un argomento come questo, ma poi alla fine non c’è nulla di scritto. Non mi preoccupo di cose che non sono in grado di controllare».

Scherzi a parte c’è un’olimpiade da preparare e nonostante le tante assenze pesanti, Curry e LeBron in testa, la nazionale favorita per l’oro resta proprio quella a stelle e strisce. Se tutto dovesse andare sarebbe il terzo consecutivo e chissà che proprio KD e Green non sfruttino quest’occasione per testare l’esistenza di chimica…

Una risposta a Draymond Green torna sulla sconfitta in Gara 7: «Qualcosa che non scorderò mai»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche