Get Adobe Flash player

Warriors e Thunder alla sfida decisiva, le parole dei protagonisti

klay thompson draymond greenI Golden State Warriors sono riusciti a portare la serie con gli Oklahoma City Thunder fino a Gara 7, che si giocherà nella notte (ore 3:00 italiane) nella Oracle Arena di San Francisco. L’eroe di Gara 6 è Klay Thompson, autore di 11 triple e 41 punti totali, chiamato a ripetersi anche nella sfida decisiva.

Non c’è rivalità tra i due Splash Brothers e Thompson non ha alcun problema riguardo il fatto che i riflettori siano puntati su Stephen Curry. «Non è uno di quei giocatori che vuole le attenzioni tutte per lui», ha detto l’assistant coach Luke Walton, «ama il gioco, ama venire in palestra ad allenarsi e lavora sempre sodo».

Quando si vince non esistono gelosie e gli Warriors lo hanno capito. Anche Draymond Green, la personalità dominante nello spogliatoio, si è messo a servizio della squadra e dei due migliori marcatori. «Klay e Steph sono stati fantastici. Li ho visti difendere in modo incredibile e nel finale hanno messo dei tiri pazzeschi. Ora giocheremo la partita più dura della nostra vita».

Il rammarico dalla parte dei Thunder è tanto. Arrivare a giocarsi le finali NBA fuori casa, dopo aver avuto due possibilità di chiudere la serie (una delle quali in casa) è difficile da digerire. Kevin Durant però non ha intenzione di partire già battuto: «Se andiamo lì convinti di assistere al nostro funerale non abbiamo speranza di vincere. Non c’è tempo per dispiacersi di aver perso due partite. Dobbiamo arrivare pronti a Gara 7».

Di sicuro come intensità e livello tecnico questa è la miglior serie di questi playoff e stanotte una delle due squadre staccherà il biglietto per le finals, con i Cavaliers pronti ad aspettarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche