Get Adobe Flash player

Torna Curry e ne mette 40, 17 nel supplementare e Warriors sul 3 a 1, Miami pareggia sul 2 a 2

curry green warriorsAnche senza Stephen Curry i Golden State Warriors sono la squadra favorita, ma con lui in campo è tutta un’altra storia. L’MVP di stagione gioca Gara 4 e la gioca da protagonista, terminando con 40 punti, 17 dei quali solo nell’overtime e i campioni in carica si portano sul 3 a 1 contro i Portland Trail Blazers, con la possibilità di chiudere la serie già dalla prossima partita, che giocheranno in casa.

Inizio in salita per Golden State, che va subito sotto nel primo quarto, poi però entra Curry e nonostante qualche suo errore iniziale riescono a ricucire lo svantaggio.

Non sono i soliti Warriors e lo dimostra anche l’espulsione nel secondo quarto di Shaun Livingston, che si è beccato due tecnici nel giro di 5 secondi, entrambi per proteste.

Partita combattuta nel quarto quarto, con le squadre che si superano nel punteggio azione dopo azione, soprattutto grazie a Damian Lillard, che guida i Blazers con 36 punti e 10 assist, ma una tripla di Harrison Barnes rimette tutto in parità, mandando la gara all’overtime. Da quel momento in poi è show di Curry: canestro in contropiede, triple dalla sua solita distanza e Blazers che non riescono a stargli dietro.

La prossima sfida sarà decisiva e gli Warriors devono chiudere la serie a Oakland per evitare rischi.

Pareggiano la serie con i Toronto Raptors i Miami Heat, che vincono Gara 4 94 a 87 e si portano sul 2 a 2. Anche questa partita è decisa al supplementare grazie a un mostruoso Dwyane Wade, che in questi playoff sembra tornato un ragazzino.

Il numero 3 degli Heat praticamente da solo riesce a recuperare lo svantaggio di 9 punti nel quarto quarto e a portare la sfida all’overtime, dominato dalla squadra di Miami. Per Wade alla fine 30 punti.

Per i Raptors delude ancora la coppia che per tutta la stagione li ha condotti: DeMar DeRozan e Kyle Lowry non vanno oltre i 19 punti in due, con uno score complessivo al tiro di 6 su 28. Serie difficile da pronosticare, che probabilmente si deciderà in Gara 6 o 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche