Get Adobe Flash player

LeBron pensa al ritiro: «Saranno i miei figli a decidere quando dovrò smettere»

Cleveland Cavaliers v Atlanta Hawks - Game OneSebbene manchi ancora un po’ alla fine dei playoff possiamo dire che questo periodo ci ha mostrato già una serie di cose: in primis che, salvo sorprese o miracoli, a giocarsi le finals saranno come l’anno scorso Cavs e Warriors, poi che per un’altra stagione il duello sarà tra i due leader Stephen Curry e LeBron James.

Eppure con ancora tanto da giocare e da dare a questo sport c’è chi come LeBron corre con la fantasia e fa progetti sul suo ritiro. Certo probabilmente a sensibilizzarlo su un argomento del genere, che temporalmente è ancora molto lontano stando a guardare i suoi ritmi, è stata la notizia che vorrebbe Tim Duncan sull’orlo della pensione.

Ma tranquilli, perché per sua stessa ammissione manca ancora un bel po’ al pensionamento: «Mi sono perso molto dei miei bambini, e questo è l’unico rimpianto che ho. Non sono riuscito a vederli giocare o crescere. Saranno loro a decidere per me, quando saranno stanchi di non vedermi mai a casa».

«Conto – ha proseguito – di farmi quasi tutti i trenta. Vedremo. Con le tecniche di oggi arrivare alla soglia dei quarant’anni a giocare non è più un tabù. Ma quello di cui sono sicuro è che non arriverà mai il momento in cui mi dirò “Ok, giocherò fino a giugno e poi smetterò”. Gioco oramai da tanti anni ed ho imparato a capire il mio corpo. Quali sono i segnali che manda per dirti “attento, stai esagerando”. Ora risponde bene, sarà lui a farmi capire quando sarà troppo tardi per giocare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche