Get Adobe Flash player

Il futuro di Noah è lontano da Chicago?

joakim noahGrandi novità per quanto riguarda i Bulls. Stando a sentire fonti di stampa vicinissime a Joakim Noah il suo futuro potrebbe essere lontano da Chicago per una lunga serie di motivazioni.

Come al solito l’ambito economico ha un suo perché, sarà unrestricted free agent da questa estate, ma questo da solo non basterebbe a descrivere una situazione che per il lungo franco-americano ha iniziato a farsi pesante già da qualche tempo.

Non è un mistero per nessuno infatti di quanto sia difficile il suo rapporto con la società, in caduta libera dopo l’avvicendamento tra coach Thibodeau ed Hoiberg. Ed alla base dei problemi ci sarebbe proprio scarsa empatia con l’allenatore velatamente accusato, tra l’altro, di destabilizzare buona parte dello spogliatoio facendo da spia al General Manager Gar Forman.

Certo almeno per quanto riguarda la forma tanto la franchigia quanto Noah hanno cercato di salvare le apparenze: da un lato il vice presidente John Paxson pur non facendo promesse aveva già parlato di lui come «persona genuina e colonna della squadra», mentre dall’altro il giocatore ha ricordato con affetto tutti i suoi 9 anni in NBA trascorsi allo United Center.

Tornando alle cose pratiche il suo contratto, un quinquennale da 60 milioni, è oramai in scadenza e sperare di mantenere standard economici del genere potrebbe essere difficile, visto che su di lui pende una spada di Damocle pesante come gli infortuni che hanno condizionato le sue ultime due stagioni contribuendo ad estraniarlo proprio con Hoiberg. Per parte loro i Bulls devono invece riflettere su quale sia il loro obiettivo, cioè se invertire la rotta di una stagione magra (42-40 e prima esclusione dai playoff in otto anni) o tornare finalmente ad essere competitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche