Get Adobe Flash player

I Thunder dominano gli Warriors e si portano sul 2 a 1

kevin durant playoff 2016Continuano a stupire gli Oklahoma City Thunder, che si aggiudicano Gara 3 tra le mura amiche per 133 a 105, al termine di una partita a senso unico. L’ultima apparizione dei Golden State Warriors alla Chesapeake Arena aveva visto Stephen Curry realizzare 46 punti, con 12 triple e il tiro vincente da metà campo; questa volta la musica è cambiata e l’MVP mette a referto 24 punti con 7 su 17 al tiro.

63 punti per la coppia Durant-Westbrook, che per la prima volta in questi playoff chiudono entrambi con oltre il 50% dal campo; Klay Thompson ha detto: «Per vincere abbiamo bisogno che almeno uno dei due non sia in giornata».

Punti dal perimetro, controllo dei tabelloni e difesa fisica. Questi i principi che hanno messo in campo i ragazzi di coach Billy Donovan. Steven Adams è padrone del pitturato e limita Draymond Green a 6 punti e 1 su 9 al tiro (-43 di plus/minus); addirittura Green colpisce l’avversario con un calcio (secondo lui fortuito) alle parti basse, cosa che forse lo porterà ad essere squalificato.

«So che probabilmente avrà intenzione di avere dei figli e non volevo impedirglielo su un campo da basket», la giustificazione di Green.

Non è una tragedia esser sotto 2 a 1 in una serie di playoff per gli Warriors, basti pensare che nella scorsa stagione hanno rimontato e vinto le serie dall’1-2 sia contro Memphis che contro Cleveland.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche