Get Adobe Flash player

Golden State riapre la serie sul 2 a 3, OKC ora può chiuderla in casa

curry thompson warriorsUn primo passo per un’impresa: recuperare dal 3 a 1, cosa riuscita in precedenza solo in 9 occasioni. I Golden State Warriors vincono Gara 5 tra le mura amiche 120 a 111 e si rimettono in gioco nella serie con gli Oklahoma City Thunder. 31 punti per Stephen Curry che gioca da leader e incita il pubblico urlando: «Non andiamo a casa! Non andiamo a casa!».

Anche le voci riguardo alla condizione fisica precaria dell’MVP di stagione sembrano smentite, con coach Kerr che dopo la partita ha detto scherzando: «Credo sia al 91%, ha giocato una gran partita e questo è tutto quello che posso dire su di lui».

Buona la partita di Draymond Green, che si carica con una stoppata su Westbrook in apertura e chiude la gara con 11 punti, 13 rimbalzi.

Non deludono Russell Westbrook e Kevin Durant, il primo con 31 punti e il secondo con 40, ma questa volta ad ogni tripla o piccolo parziale che ha riportato a contatto nel punteggio i Thunder è arrivata una risposta degli Warriors.

Nella notte tra sabato e domenica i Thunder hanno la possibilità di chiudere la serie in casa per conquistare la quinta finale NBA nella storia della franchigia e il primo titolo da quando si sono spostati da Seattle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trovaci su facebook!

Seguici su Twitter!

Rubriche